fbpx
skip to Main Content
Conoscere L’Iliade Di Omero

Conoscere l’Iliade di Omero

Che cos’è l’Iliade? Semplice, è il poema classico che Omero ha creato da giovane.

Il libro dell’Illiade

Ma di cosa tratta e in quale tempo è ambientato? Tratta della Guerra di Troia e come è finita (in modo mitico).

Il poema epico inizia nel 9° anno della guerra di Troia, anche se all’inizio il poema racconta come iniziò.

La leggenda

La storia comincia quando Teti, la figlia di Oceano si sposa con il re Peleo, i futuri genitori di Achille.

Achille che combatte contro Ettore

Tutti gli dei hanno ricevuto un invito, tranne Eris, la dea della discordia. Eris in una festa di nozze avrebbe combinato cose non molto piacevoli (come distruggere tutto il palchetto di nozze). Ma non fu una buona idea (assolutamente non lo fu). Tempo dopo le nozze, Eris prese una mela, la mutò in oro e gli incise: “per la più bella” e la lanciò in un giardino. In questo giardino ci camminavano: Afrodite, dea della bellezza, Atena, dea della sapienza ed Era, sposa di Zeus. dea del matrimonio. Afrodite, Atena ed Era litigavano per dire chi era più bella, e fecero decidere a un troiano: Paride. Questo scelse Afrodite, mentre Atena e Era, per l’ affronto subito dichiararono guerra ai troiani.

Il poema continua

Dopo questo piccolo flashback, il poema riprende nel nono anno di assedio, dove un sacerdote di Apollo (di nome Crise) chiede ad Agamennone sua figlia Criseide (presa in schiavitù per premio di guerra), ma Agamennone rifiuta. Così chiede l’aiuto divino al suo dio (Apollo), che scende dall’Olimpo e compie la sua vendetta lanciando frecce intinte di Peste.

Apollo

Achille convoca un’assemblea per dire che Agamennone deve restituire al sacerdote Criseide per fermare l’ira di Apollo. Agamennone sfida Achille per liberare Criseide. Achille vince e il sacerdote si riprende sua figlia.

Agamennone vuole un altra schiava di guerra e prende Briseide, regalo per l’immortalità di Achille. Achille è costretto a cedere Briseide, e si ritira dalla guerra. Teti supplica Zeus di fare vincere i troiani. Zeus promette la vittoria di essi, così manda un sogno ad Agamennone che dice che presto Troia cadrà e dice pure di mandare le navi ad attaccare gli Achei.

Paride, re di Troia e Menelao, re di Sparta combattono, sembra che Paride stia perdendo, per questo Afrodite lo aiuta facendolo comparire in una nuvola di nebbia e riportandolo a Troia. Dopo la battaglia finisce in parità.

Il ruolo di zeus

Zeus vieta agli dei di intervenire a sostiene i Troiani, ma Atena ed Era lo fanno cadere in un sonno magico aiutano gli Achei. Successivamente, quando Zeus si sveglia, aiuta i Troiani, così essi vincono. Durante la guerra Patroclo muore, Achille giura vendetta contro i Troiani e infatti entra nella guerra insieme a gli altri eroi uccidendo i nemici con una rabbia violenta. Achille sfida il principe troiano Ettore uccidendolo e trascinandolo attorno le mura di Troia. Gli dei supplicano Achille di dare il corpo di Ettore a suo padre, mentre nella piana di Troia viene celebrato il funerale di Patroclo.

Nota

A chi può interessare gli Assiri prema qui

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.